Seduttive a 50 anni: l’attrazione non è una questione di età

Matura da sfondare 550566

A qualcuno capita, a molte più persone di quante possiamo immaginare, di vivere una doppia vita per brevi o lunghi periodi; di trovarsi a gestire una vita coniugale ed una vita di coppia segreta. In alcuni casi invece capita di innamorarsi e protrarre una relazione con un uomo o con una donna non libera. Ovviamente sono anche tanti i racconti di chi scopre di aver subito un tradimento ma, in questo articolo, proviamo ad osservare solo un lato della medaglia. Vuole dire sapersi fare da parte in attesa che il proprio amato sia disponibile a donarci qualche briciola di attenzione. Essere amanti, inizialmente, vuole dire vivere passioni forti travolgenti e uniche esaltate dalla clandestinità: il fatto stesso di incontrarsi in segreto, di trasgredire alle regole morali e sociali, di correre il rischio di essere scoperti, di attendere a lungo un incontro fugace e di fantasticare in merito, rende tutto molto attraente. Spesso gli amanti si ritengono dei privilegiati per essersi incontrati e per poter vivere il loro amore unico e speciale. La presenza di un amante permette alla coppia coniugale di non affrontare mai realmente i problemi interni alla coppia e quindi di portare avanti il progetto famigliare. Il danno e la beffa. Il secondo modo e quello psichicamente pericoloso descritto sopra.

Quali sono i fattori psicologici che spingono una donna ad innamorarsi di un uomo tanto più giovane e un ragazzo a preferire una fidanzata più grande rispetto ad una coetanea? Bensм soprattutto queste coppie possono durare? Il fascino del fidanzato più giovane Contrariamente allo stereotipo, le donne non scelgono un uomo più giovane per attuare un ruolo materno non vissuto oppure vissuto solo parzialmente. Quando una femmina si innamora di ragazzo non vede in lui il sostituto del bambino mai avuto o già cresciuto e non più bisognoso di cure materne e non cerca nel partner alcuni da proteggere e da accudire. Al contrario, le relazioni con uomini più giovani hanno spesso un effetto rivitalizzante sulla psiche della donna che le vive e la fanno sentire fiorente e viva per la prima acrobazia dopo molto tempo. Spesso le donne che si innamorano perdutamente di un ragazzo più giovane sono donne notevole responsabili che hanno fatto delle scelte nella vita convenzionali. Un ragazzo ha un bagaglio esistenziale ed esperienziale più leggero rispetto a quello di un uomo più adulto e questo fa si che affronti la relazione insieme maggior entusiasmo e spensieratezza. Per attuale motivo gli amori con un adulto più giovane cominciano spesso con ciascuno slancio ed una carica di pathos che possono mancare in una attinenza tra due adulti , specie se divorziati con figli che devono compilare insieme le pagine della loro fatto con la fatica di rimettersi in gioco e dovendo superare la cautela e la paura di soffrire. Si tratta di giovani donne per campione trentenni che hanno paura di allungarsi e che tendono a rimandare scelte importanti come il matrimonio e la maternità.

In effetti, allorchè il rapporto presenti difficoltà, o non appaia più proseguibile, emerge una differenziazione di reazioni tra i dei sue sessi, anche estremamente consistente. Nella pratica dunque è sempre la donna che decide di interrompere il rapporto; del resto è sempre la donna che decide di iniziarlo e con chi. Dunque un primo consistente divario fra i due sessi è questo, laddove la donna nella stragrande maggioranza dei casi, solo dopo essersi convinta della impossibilità di salvare il rapporto, in modo più sofferto e certa di un non ritorno, decide di troncarlo. Molti uomini, prima di giungere alla separazione propongono al adatto coniuge di mantenere il rapporto di separati in casa e cioè di continuare a convivere, pur con una propria vita autonoma, sotto il bordo gestionale ed affettivo, giustificando spesso siffatto richiesta con la necessità di non creare traumi alla prole.