Se pubblico foto di una persona senza consenso che rischio?

Donna per 523453

Ho pubblicato online numerose foto e video senza chiedere il consenso di chi vi è ritratto. È reato? Cosa rischio? La legge stabilisce quale regola generale che si possano pubblicare le immagini e i video altrui soltanto qualora chi vi è ritratto abbia precedentemente prestato il proprio consenso alla pubblicazione.

Molte persone mi chiedono aiuto su situazioni spiacevoli legate al mondo del web. Tra queste, una delle peggiori è sicuramente quella di essere vittima di un particolare ricatto:. La brutta aspetto, il dover dare spiegazioni, apparire abbattuto, stupido…e la mamma cosa ne potrà pensare? Posto che le tue fotografia non verranno cancellate, il ricatto continuerà.

Col termine sexting si fa riferimento allo scambio di foto o video sessualmente espliciti, o comunque inerenti la sessualità, spesso realizzati col cellulare e diffusi tramite SMS o MMS. Scattare una foto in posa sensuale e inviarla al proprio fidanzato è una costume del momento, ma spesso non si tiene conto del fatto che quelle foto vengono conservate su un decisionale digitale, e quindi sono nelle mani altrui, con tutti i rischi del caso. Oppure pensiamo alla diffusione di tali materiali per semplice scherzo. Le conseguenze psicologiche sulla vittima possono individuo devastanti. Oltre alle conseguenze sulla attivitа sociale e la reputazione, sono anzitutto le conseguenze di ordine legale affinché devono essere tenute in conto. Si distingue due ipotesi: - sexting elementare , quando è il protagonista dell'immagine a diffondere la foto a terzi; - sexting secondario , quando la diffusione a terzi avviene ad associazione di una persona diversa da quella ripresa nell'immagine che ha poi indirizzato la foto la prima volta. Comprensibilmente il sexting è legale se le parti coinvolte sono maggiorenni e consenzienti.

Gli scatti venivano usati in siti di incontri per ingannare il pubblico e spesso erano affiancati anche ad altre foto di nudo senza volto affinché non le appartenevano. Amelia ha un aspetto molto procace e non perde occasione per mostrare le sue curve sui social, è proprio questo adatto look provocante ad aver attirato moltissimi truffatori. Da allora, si è eucaristia ad indagare ed ha trovato moltissimi profili su Instagram e Pinterest affinché utilizzavano le sue foto con dei nomi inventati. Quando poi ha esausto a chiedere spiegazioni ad uno degli utenti con le sue foto, è stata bloccata. Attualmente, insieme a tutti gli amici sta segnalando ogni bordo fasullo con la speranza che vengano cancellati definitivamente dai social. Hai nuove notifiche! Posta delle foto sexy sui social, le ritrova su dei siti di incontri Amelia è una fanciulla di 19 anni ed è diventata protagonista di una storia assurda.