Mettimelo nella fica a crudo voglio godere come una troia

Fammi sentire 537410

La penetrazione era stata breve, pulita, resa sterile dal suo preservativo. Gli occhi degli uomini presenti nella stanza erano puntati su di lei. Il suo vestito, la gonna sembravano essere trasparenti, tra le gambe la stoffa si inumidiva. Sabina intuiva, che presto sarebbe successo qualcosa di proibito, un eccesso. I suoi occhi erano chiusi, forse in un sogno romantico. Marco, non era solo, lo accompagnavano due amici. Andrea nel frattempo le sollevava la gonna, scoprendo le mutandine bianche. Senza preliminari, come se tutto fosse già stato chiaro, Marco e Piero le abbassarono gli slip, lasciandoli penzolare sotto le sue ginocchia. I genitali di Sabina erano, pur non essendo più del tutto virginei, stretti ed acerbi.

Eravamo a letto in una stanza di albergo di un paese a approssimativamente quaranta chilometri dalla città, dove abitualmente andavamo da quando eravamo amanti; individualitа dietro Rosa Maria che era eucaristia alla pecorina; la stavo chiavando come un indemoniato in una posizione affinché a lei piaceva molto, essendo clitoridea e potendo godere solo se gli veniva stimolato a dovere il clitoride. Ero stato e continuavo ad individuo un onanista sfegatato. Da sposato passavo le notti sulle chat parlando insieme sconosciuti di mia moglie per masturbarmi, descrivendola come una puttana ed inventando storia in cui lei nelle quali si comportava da zoccola; poi quando quelle poche volte che succedeva la chiavavo, per venire dovevo ripensare a quelle scene. Anche quella volta non era diverso dalle altre e per venire dovevo lavorare di fantasia immaginando scene in cui la mia femmina aveva rapporti sessuali con altri uomini. Solo che quella volta, a avanzo di tutte le altre, non so per quale precisa ragione, il idea si manifesto con parole che uscirono quasi come se fosse la avvenimento più naturale del mondo. Io: affetto, immagina questa situazione: io seduto in poltrona e tu che vieni chiavata da un altro uomo, un compiuto sconosciuto, che ti fa godere come una cagna in calore. Ti piace immaginare che faccio la zoccola per te?

Mettimelo nella fica a crudo, voglio compiacersi come una troia Mi chiamo Luisa, ho 25 anni, sono una fanciulla vogliosa di conoscere meglio il erotismo. Fino ad adesso le mie esperienze sessuali non mi hanno appagato, sono sicura che ci sia di più e di meglio in giro. Ho avuto solo fidanzati miei coetanei e forse mancavano di esperienza. Sono stati noiosi, senza fantasia, privi di proposte stuzzicanti e piccanti da farmi. Addensato mi hanno anche inibito spegnendo sul nascere le mio proposte più hot.

Aspetto sempre perfettamente truccato, capelli di media lunghezza. Un fisico perfetto: gambe lunghe e sempre perfettamente lisce, seno non grande ma sodo e ben adattato, ma soprattutto un culo da emozione. Elena è sposata con un competente molto impegnato che la trascura. Ci siamo massaggiati e telefonati per alcuni mese, senza riuscire a organizzare un incontro. Poi mi è capitato di andare nella sua città per alcuni giorno per motivi di lavoro.