Stanze dell'amore in carcere: la situazione in Italia e nel mondo

Donna il 536169

Una guardia carceraria americana è stata condannata dopo essersi fatta un buco nei pantaloni per fare sesso con un detenuto di fronte ad altri 11 prigionieri. Tina Gonzalez, 26 anni, è stata arrestata nel maggio dello scorso anno quando i suoi principali hanno scoperto la depravata fantasia sessuale che aveva realizzato nella prigione della contea di Fresno, in California. Nonostante fosse illegale per il personale carcerario avere rapporti sessuali con i detenuti, la Gonzalez si sarebbe tagliata l'uniforme in modo da poter fare sesso con un prigioniero mentre altri 11 guardavano, secondo quanto riportato dall'agenzia The Frenso Bee. La donna, che ha lavorato come agente di correzione per più di tre anni, si è vantata dei suoi crimini da quando li ha commessi, ha aggiunto McComas.

Aldo Maturo - E' possibile conciliare le esigenze di sicurezza degli istituti penitenziari - evitare che si possano avviare pistole, coltelli, oggetti atti ad offendere, droga, telefonini e tutto quanto è noto agli operatori di polizia penitenziaria - con il diritto all'affettività dei detenuti? E' possibile ipotizzare la attitudine, nelle carceri, di stanze dell'affettività oppure camere dell'amore dove il detenuto possa soggiornare con la sua famiglia oppure con la sua compagna per ore senza il controllo visivo del personale di custodia previsto dall'art. Evidentemente la risposta deve essere affermativa se 31 Stati su 47 componenti del Ammonimento d'Europa autorizzano con varie procedure le visite affettive dei detenuti. In Olanda le visite avvengono in locali appositi o anche in cella.

Un prigioniero transgender ha aggredito sessualmente coppia detenute mentre era in attesta dell'intervento chirurgico che lo avrebbe fatto divenire donna. Si trovava in una carcere femminile ed è stato condannato all'ergastolo. Karen White è nato un adulto ma, dopo aver commesso una progressione di aggressioni sessuali, è stato posto nella prigione femminile New Hall in Inghilterra dopo essersi identificato come femmina. White - che ora è ceto trasferito nella prigione maschile di Leeds - è stato condannato all'ergastolo. La Crown Court di Leeds ha appreso che il 52enne, descritto come un pericolo per donne e bambini, ha dichiarato di essere trasgender ed individuo messo in una prigione femminile per entrare in contatto con donne vulnerabili. White ha precedenti condanne per assalto indecente, esposizione indecente e grave infamia che coinvolgono bambini, violenza e disonestà. La campagna di attacchi sessuali è iniziata quando era conosciuto come Stephen Wood e viveva a Manchester.

La bloccava con il peso del adatto corpo, rendendola inerme, e la costringeva ad atti sessuali non consenzienti. Episodi ripetuti, intervallati da minacce, mortificazioni, umiliazioni. Un vero e proprio inferno ascoso tra le quattro mura di abitazione con sedie e tavoli scagliatile addosso. E poi calci, pugni e schiaffi, fino a rendere necessario il appello alle cure mediche per edemi e contusioni al volto. I fatti, protrattisi tra il e il , sono stati ricostruiti attraverso le indagini del sostituto procuratore Fabio Regolo. Poi il processo, davanti la quarta sezione criminale del Tribunale di Catania, presieduta da Eliana Trapasso. La sentenza è arrivata adesso, a ridosso di questa Dм internazionale contro la violenza sulle donne. Stabilita una provvisionale di 10mila euro. In sede civile, da quantificare la somma esatta per il risarcimento dei danni patiti dalla vittima.

A raccontare cosa significa vivere in attuale stato di privazione è un fu detenuto C. Cosa significa e avvenimento implica esserne soggetti? Il sesso in carcere non esiste. Non è accordato praticarlo. È sicuramente una forma di tortura mentale e fisica celata in nome della sicurezza.