In Evidenza

Trasgressione pura 565568

Bellissima ragazza acqua e sapone appena arrivata in città a Modena. Pronta ad esaudire i tuoi desideri più segreti. Sono una donna a cui piace fare tutto con calma e senza fretta. Meglio dal vivo!

Pinterest Dopo tanti sacrifici, sei finalmente conseguimento a comprare quei jeans che agognavi da mesi. Pensavi fossero perfetti per te, e invece, una volta provati, hai dovuto fare i conti insieme una realtà del tutto inaspettata: sono troppo stretti! Ritrovarsi a dover infilare dei pantaloni ristretti, vuoi a molla di qualche chilo di troppo oppure di una lavatrice non proprio affidabile, è purtroppo più comune di quanto ci si possa immaginare. Se non hai intenzione metterli via o abbozzare una dieta, non ti resta affinché una cosa da fare: provare ad allargarli! Sei curiosa di scoprire qual è il metodo infallibile per ampliare i jeans in vita o sulle gambe? Scoprilo nella nostra guida! Come allargare i jeans con la ginnastica Oltre a fare bene alla tua silhouette, gli squat potrebbero rivelarsi notevole utili per allargare i tuoi jeans. Indossali dopo averli lavati, quando il tessuto è ancora umido, e mettiti alla prova con gli affondi per circa 5 minuti. In questo atteggiamento, sentirai i pantaloni allentarsi sul tuo corpo.

Lascia una risposta George, caro dolce George: aveva sentito che avevo bisogno di allargare i miei orizzonti e scoprendo che non ero mai stato in Italia, insistette per portarmici. Non aveva niente di speciale e tuttavia complessivo era speciale in lui. Era insieme la sua sorella e suo cognato ed era chiaro che avrebbe agognato non essere con loro. Assomigliava notevole a sua sorella ma era più sexy.

Trasgressione pura 542390

Eravamo in vacanza a Formentera, è stata la vacanza più intrigante ed allettante della nostra relazione che, fra fidanzamento e matrimonio, durava da venticinque anni. La mia donna ha un cifra forte, è bella tosta, quarantenne, un bel fisico, bei lineamenti, capelli scuri e occhi verdi. Una sera avanti di uscire a cena le chiesi in modo provocatorio di non appoggiare le mutandine, una delle cose affinché più mi eccita. Era stupenda. Per entrambi la cena romantica in approdo al mare si svolse con una forte complicità, sguardi intensi, toccatine fugaci sotto il tavolo, piedini…una forma di trasgressione che non avevamo mai esausto finora, del tutto nuova ed allettante. Tenevo la sua mano mentre nella mia mente non potevo fare a meno di pensare che sotto fosse nuda. Era pieno di gente, il viale che stavamo percorrendo portava al nostro albergo e a ogni appassito sentivo che la sua mano stringeva sempre di più la mia. Nei suoi occhi leggevo la pura contravvenzione, e con la sua calda ammonimento mi disse di voler rientrare, epoca quasi mezzanotte. Arrivati in albergo, entrammo nella nostra camera al terzo liscio con un bellissimo balcone panoramico.