Garrett Strommen

Bel visino se 188507

I n italiano, in inglese e in latino. Sono molte le emozioni da sfoggiare sul corpo tra parole di scrittori famosi o di cantautori più amati. Ecco gli spunti a cui potersi ispirare. Il tatuaggiosi sa, è quella 'parte di te' che dura per sempre. Che resta impresso in modo indelebile sulla pelle per tutta la vita. E la scelta dei tatuaggi scaturisce dal forte desiderio di disegnare o scrivere con inchiostro su una parte precisa del tuo corpo un disegno o delle parole che rappresentino un' emozione o un evento per noi significativo. C'è chi sceglie il nome del partner, chi quello dei figli, chi disegni tribalichi cuori, fiorianimali.

To you, my beloved Grandchildren, I dedicate this collection of translations from Petrarch, made at different and distant periods of my life, and which I have been led, by persons I could not suppose influenced by partiality, to hope might possess some merit. I first translated for my amusement, when I was young, the two Canzoni, Di pensier in pensier, di monte in monte, and Nella stagion, che 'l ciel rapido inchina. To him I then addressed the Dedicatory Sonnet which is now prefixed to the collection. He afterwards reprinted them at Rome. Many years had elapsed from that time when I became acquainted with the celebrated Ugo Foscolo. He also approved of my translations, and did me the honour to wish for all I then had by me, for his beautiful and learned Essays on the life and writings of Petrarch, in which work they are to be found. The book was already in the press when he insisted on my rendering into English the two remarkable Canzoni, Chiare, fresche e dolci acque, and Italia mia, benchè 'l parlar come indarno. I have endeavoured to keep in mind Foscolo's definition.

Entra Romeo Romeo : Ride delle cicatrici, chi non ha mai provato una ferita. Giulietta appare ad una infisso in alto Ma, piano! Quale baleno spunta lassù da quella finestra? Quella finestra è l'oriente e Giulietta è il sole! Sorgi, o bell'astro, e spengi la invidiosa luna, che già langue pallida di dolore, perché tu, sua ancella, sei molto più vaga di lei. Non esser più sua ancella, giacché essa ha invidia di te.