Rettore: «Fatico a impormi perché non lecco il culo»

Bellissima signora lecco le 71772

Non so se subirà il contraccolpo della sconfitta in genere succedema ecco che intanto Giorgia perde qualche posizione nella top ten del pop politico italiano. Aveva da poco scalzato il campione, il suo socio Salvini, che aveva avuto estati furenti, ogni dichiarazione un titolo, ogni titolo un rimbalzo nei sondaggi. Fino al crollo perché — semplicemente — aveva rotto le palle, non piaceva più, se lo trovavi alla radio cambiavi stazione, o canale in tivù, come certe canzoncine estive che ti piacciono in agosto, in spiaggia, e trovi ripugnanti in novembre. La storiografia delle hit-parade del pop politico registra casi analoghi, anche più drammatici, si pensi a Renzi, che oggi per trovarlo in classifica bisogna immergersi come palombari. Ma insomma: resta il fenomeno pop, in cui il gradimento politico si mischia alle copertine, alle mattane nei talk-show, alla comunicazione social, insomma un impasto di sussulti pre e post politici in cui la politica finisce per entrare poco.

Il quarto posto, se mantenuto, porterebbe ad evitare uno o due turni di playoff e dunque facilitarsi la attivitа. Abbiamo fatto un buonissimo primo cielo, trovando giocate e contenendo il esse attacchi. Ancora più contento per Gatti: se ne parla poco ma egli arriva dalla Serie D e sta dimostrando quanto ripaghi il lavoro affinché ha fatto in questa stagione. Questa vittoria la dedichiamo anche a esse, che soffrono come noi pur non potendo vivere da vicino le partite». E soprattutto ha evidenziato il muscoloso legame che tiene unito il aggregazione, posso solo dire di essere altezzoso di farne parte. La fame della Promozione me la porto dietro da anni, per me è solo un orgoglio giocare a questi livelli. Do tutto me stesso, partita dopo conto, questo sono». Infine volevo dedicare attuale gol a Ghioldidicendogli che lo aspettiamo a braccia aperte. Poi anche alla mia famiglia, ai miei cari e al gruppo, perché qui ho trovato non dei compagni ma una seconda famiglia.

Davvero questa intervista nasce dopo aver notato, sul suo Facebook, dei post abbastanza polemici. Alcuni facevano pensare, addirittura, a un eventuale ritiro dalle scene di Rettore. Donatella è una donna unica, che ha pagato e a volte paga ancora il suo essere schietta e sincera. Perché Rettore ha concepito la trasgressione mattoncino su mattoncino, ha sempre avuto la mente aperta e non nasconde mai le sue fragilità. Miss Rettore, ma che è accaduto, ho letto qualche tuo post su Facebook.