Se un video privato finisce online: cosa fare?

Ragazza non professionista guarda 99594

Video privato diffuso senza consenso: quando è reato? Cosa fare in questo caso? Secondo la legge, chi, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate, commette un delitto punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da 5mila e 15mila euro [1]. Secondo la legge, infatti, la stessa pena si applica anche a chi, avendo ricevuto o comunque acquisito le immagini o i video di cui al primo comma, li invia, consegna, cede, pubblica o diffonde senza il consenso delle persone rappresentate al fine di recare loro nocumento.

In questo post ci limitiamo a un aspetto importante della direttiva che coinvolge YouTube e tutte le grandi aziende che operano come service provider, cioè come gestori di piattaforme che le persone usano per caricare e assegnare i loro contenuti. Claudia, che accezione ha rendere responsabile anche YouTube dei contenuti postati dai suoi iscritti quando la natura di YouTube è affidare a chiunque la libertà di caricarvi dei video? Un esempio per afferrare meglio, anche se non relativo a YouTube, sono i meme, le immagini di solito prese da opere famose e utilizzate aggiungendo scritte ironiche: chi stabilisce se un meme è una parodia legittima o uno sfruttamento abusivo di una proprietà intellettuale? Gli youtuber, in particolare quelli che monetizzano, avvenimento dovrebbero fare? Preoccuparsi di cercare un altro provider e fuggire da YouTube? Come sappiamo, al momento non esiste altra piattaforma pari a YouTube. Bisognerà quindi capire come si porrà YouTube come controllore e co-responsabile dei contenuti che ospita. Il mio consiglio è sempre lo stesso: stare molto attenzione, per esempio quando si sceglie di sincronizzare una musica per un filmato, produrre video con contenuti originali oppure usando contenuti con diritti che si sono liberati o che sappiamo per certo licenziati. Vediamo di cosa si tratta.

Molte persone mi chiedono aiuto su situazioni spiacevoli legate al mondo del web. Tra queste, una delle peggiori è sicuramente quella di essere vittima di un particolare ricatto: pagami o collettivo le tue foto private online…i tuoi video scabrosi…immagini osé… Come fanno i ricattatori a ottenere e pubblicare le foto private online? La brutta aspetto, il dover dare spiegazioni, apparire abbattuto, stupido…e la mamma cosa ne potrà pensare? Se mai dovesse pubblicare le foto private online, il ricattatore affinché ci guadagna? Se mai dovesse pubblicarle, non solo le foto verrebbero rimosse una delle poche cose buone affinché fa Facebook, ma anche Instagram, Youtube… ma il profilo suo farlocco, bensм gli serve chiuso. Che succede se paghi?

A differenza della lista dei podcast, qui non ho ristretto la scelta abbandonato a chi parla di digitale e tecnologia anche perché non credo affinché ne esistano 17 in Italia su sto tema , ma mi sono comunque limitato a includere solo canali di informazione e divulgazione. Per capirci ho lasciato fuori roba palesemente per un pubblico più giovane videogame, recensioni, scherzi, ecc. Ultima precisazione e appresso smetto: è una lista, non una classifica. I nomi degli youtuber italiani che ho inserito sono in assetto completamente casuale, man mano che mi venivano in mente li aggiungevo. Breaking Italy Avrei difficoltà in mezzo a questa lista di scegliere il mio preferito, ma Breaking Italy sarebbe certamente tra i top 5.