Le 7 zone erogene femminili: : non solo vagina

Naturale desideri stimolazione di 309084

Condividi su whatsapp Condividi su email Per scaldare gli animi sotto le lenzuola, la cosa giusta da fare è avventurarsi in nuovi territori senza nemmeno dover mettere piede fuori dal letto. Facciamo insieme il tour delle zone erogene che non ti aspetti! Chiedi al tuo partner di far scorrere leggermente la punta delle dita su e giù per il tuo collo mentre baci. Per riscaldare ancora di più le cose, stabilisci una regola del divieto di baciare sulle labbra e chiedi al tuo partner di concentrarsi solo sul tuo collo.

E soprattutto, ci sono dei rimedi per evitarlo e permettere alla donna di riprovare attrazione, piacere nella sessualità? In questo post cerchiamo di ripondere ad entrambe le domande. In realtà, il piacere è legato in modo basilare anche alla sfera psicologica, al appagamento emotivo e mentale. Anche quando si parla di calo del desiderio sessuale femminile, di fatto, si sta descrivendo un qualcosa di molto complesso affinché dipende da una serie di fattori: ambientali, relazionali, psicologici, socio-culturali, e comprensibilmente biologi. Stress, stanchezza, preoccupazioni, frustrazioni, agitazione, problemi di coppia, problemi relazionali, sono solo alcuni dei fattori psico-relazionali affinché possono essere responsabili di un abbassamento della libido nella donna e divenire veri e propri nemici della sessualità.

Categories Maximo Zone Erogene. Per dare il Maximo tocca qui! Zone erogene fantastiche e dove trovarle! Eccoci qui, cari amici lettori, ci siamo ricascati, e anche stavolta più che volentieri, nel gioco delle citazioni. Stiamo parlando di una delle scene più celebri giammai viste sullo schermo, a proposito di eccitazione sessuale e zone erogene. La ricordate tutti, vero?

Destare il desiderio è la prima avvenimento da fare! In questo le zone erogene hanno un ruolo fondamentale ringraziamenti anche alla possibilità di giocare insieme tutti e cinque i sensi….. Bensм cosa sono di preciso queste zone erogene? Partiamo dalle zone erogene al femminile! Quelle secondarie: attigue alle parti genitali, estremamente sensibili da poter causare un piacere sessuale persino senza approdare al rapporto completo: glutei, ano, altura di venere, zona inguinale e perineo striscia di tessuto tra la fodero e l'orifizio anale. Distali: sono le zone più lontane dai genitali, abbondante spesso ignorate o sottovalutate nei preliminari, ma estremamente sensibili al tatto e quindi alle carezze ed agli sfioramenti: i capelli, la nuca, la fauci, la schiena, le ascelle, le gambe e i piedi. Sapevate che nelle donne la presenza di ansia gioca a sfavore della comparsa del ambizione erotico? Ebbene un bel massaggio calmante non è dunque mai da sottovalutare!! Tanto più sarete abili nel frizione tanto più il rilassamento muscolare, insieme ad una successiva e graduale incentivazione delle zone erogene, potrà predisporre la vostra Lei ad essere sessualmente disponibile!

Quali sono? Le donne non si eccitano soltanto a suon di vagina, clitoride e punto G: ci sono altre zone erogene del copor altrettanto importanti. Ma cosa si intende di definito per zona erogena? Ogni parte del corpo ricoperta da un rivestimento mucoso, che una volta stimolata riceve agitazione sessuale. Allo stesso modo non possiamo collegare l'eccitazione unicamente ai punti più coinvolti nell'atto sessuale ovvero, nel accidente delle donne, vagina, clitoride o bucato G.